Week 38 – “Un voto in due”


Diario di Gravidanza / lunedì, marzo 5th, 2018

Gravidanza, foto di profilo, pancione, babybump

 

Due settimane molto prolifiche dal punto di vista creativo-intellettuale ma totalmente disastrose dal punto di vista fisico: ormai sono una balenottera che vaga continuamente per la casa in cerca di qualche posto dove spiaggiarsi….non posso stare troppo in piedi, ho le gambe gonfie e doloranti per il peso della pupetta.

Sono entrata nella reperibilità del Sant’Anna quindi potrò stalkerare 24h su 24h le ostetriche nel caso avessi sintomi strani e contrazioni. Finora nessuna sensazione diversa dai dolori da ciclo che ho avuto in questo periodo. Riesco anche a respirare discretamente e chi, come me, ha sofferto di asma sa cosa vuol dire avere la sensazione di rimanere senza ossigeno: un incubo!

Piegarsi per raccogliere qualcosa caduta a terra è diventata una mission impossible come anche passare l’aspirapolvere per tutta casa e lavare il pavimento in una volta sola, ormai è a tappe come le serie tv… appuntamento quotidiano su Netflix! A volte devo combattere contro i mostri della polvere dello Swiffer che si mettono agli angoli della casa e mi fissano costantemente ma io fingo una bella miopia e passo oltre!

Intanto si fa largo sempre di più la convinzione, tra gli umani che frequento, che io sia “magra” e che il mio pancione tutto sommato sia “normale”. A tal proposito faccio un appello:  avrei bisogno di un altro specchio in consegna rapida per non incorrere in crisi di identità. Non scherziamo, va bene essere carini  e volermi bene però la scienza con il suo macchinario infernale chiamato Bilancia mi dice che ho preso 14 kg!

La neve è stata decisamente l’aspetto più positivo di queste due settimane. Non una neve normale ma la più grande e copiosa nevicata che abbia mai fatto da quando ci siamo trasferiti in questo paesino fuori città. Inutile dire che adoro la neve e che stare dentro casa al calduccio mentre fuori cadono questi splendidi fiocchi bianchi non ha prezzo!

Scoperta della settimana: Ebbene sì, nella cabina elettorale sono riuscita ad entrare anche con il pancione. La notte prima avevo avuto delle contrazioni e credevo di dover scappare in ospedale ma fortunatamente sono riuscita a votare…tutta questa voglia di votare non so da dove mi sia venuta, la metto tra i fattori strani pervenuti in gravidanza… comunque da buona smemorata “Dory” del cartone “Alla ricerca di Nemo”, stavo dimenticando tessera elettorale e carta d’identità (che mi sarebbe servita anche in ospedale). Molto bene!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *